Ad Angelo Curatola (di Ciccio Demetrio)

Bello d'aspetto e di sventura
garbato con disinvoltura,
Signore nel tratto
gentile quasi per...contratto!

Del Tuccio umile figlio
della sua vallata eroe vermiglio,
felpato il passo, velluto nel sorriso
la dea bendata ti ha deriso!

Amavi la tua terra
calabro serio, bruzio di ferro.
Ma Atropo, parca crudele
a Lachesi spezzò il filo, con fiele!

Dei due paesi, tra la zagara e l'ulivo
tenevi il cuore giulivo.
"Cavaliere nell'animo"
disse di te "Paolo dei cavalli",
cavaliere eterno
dico io, delle nostre valli!

4-mag-2009

Read more...

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP